Wir benutzen Cookies um unsere Webseite optimal zu gestalten und fortlaufend zu verbessern. Durch die weitere Nutzung der Webseite stimmen Sie der Nutzung von Cookies zu. Weitere Informationen
Il trattamento completo al SAVIR Center dura due settimane e consiste in:

Diagnosi iniziale

La diagnosi iniziale dura circa tre ore e include:

  • Anamnesi neurologica
  • Test dell’acuità visiva
  • Campo visivo con perimetria
  • Campo visivo con High-resolution perimetry (HRP)
  • Test di sensibilità al contrasto
  • Misura delle microsaccadi (piccoli movimenti oculari), se opportuno

Consultazione iniziale

Dopo la diagnosi, avrà luogo la consultazione.

  • Un esperto Savir spiegherà i dettagli della terapia
  • segue una discussione su tutti gli aspetti olistici della perdita visiva e come affrontarla
  • Il paziente avrà a disposizione tutto il tempo necessario per fare le domande sulla sua patologia e come affrontarla.

Terapia ACS

La terapia dura dieci giorni lavorativi ed è suddivisa in due cicli da 5 giorni con la pausa nel weekend intermedio.

La stimolazione cerebrale con corrente alternata è un metodo di cura non invasivo il cui scopo è quello di attivare la visione residua nei pazienti che hanno subito lesioni a causa di malattie retiniche, danni ai nervi ottici, neuropatia diabetica, glaucoma, degenerazione maculare, ambliopia, danni cerebrali e altri problemi visivi derivanti da cause non conosciute.

La terapia di stimolazione cerebrale non invasiva, definita con la sigla ACS, è effettuata con un dispositivo medico certificato.

Come viene effettuato il trattamento?
Il paziente è trattato una volta al giorno. L’operatore sanitario dopo aver posizionato due elettrodi sopra le sopracciglia e uno sul polso, inizia il trattamento. Il paziente non deve fare nulla, se non restare seduto per trenta minuti a occhi chiusi. Durante questo tempo viene fatta passare, attraverso gli elettrodi stimolanti, la corrente alternata con specifiche frequenze e ampiezze. L’intensità della corrente è molto bassa (meno di 1 micro ampere, inferiore a un pacemaker cardiaco) e non è né dannosa né dolorosa. Il tutto si esaurisce entro un’ora.

Esami diagnostici e colloquio finali

La diagnostica finale viene eseguita allo stesso modo della diagnostica iniziale. In questo modo, confrontando i risultati tra prima e dopo trattamento, è possibile apprezzare qualsiasi effetto iniziale anche se i miglioramenti più marcati sono attesi nelle settimane e nei mesi successivi alla terapia. L’esperto SAVIR spiegherà al paziente cosa è cambiato e lo aiuterà a interpretare il significato dei risultati fornendogli ulteriori informazioni e raccomandazioni. Al paziente sarà consegnata la sua cartella personale contenente tutti gli esami di diagnostica (iniziale e finale) e i risultati del trattamento.

Consultazione olistica

La capacità di vedere non è solo un prodotto dell’elaborazione sensoriale degli occhi ma è anche il modo in cui il cervello fa uso delle informazioni visive, ovvero di come utilizza qualsiasi potenziale visivo residuo. Per poter attivare la visione residua in modo ottimale, sono essenziali, per ciascuna persona, valutazioni dettagliate e olistiche che saranno eseguite durante le consultazioni iniziali e finali e, se necessario, potranno essere programmate ulteriori consultazioni (senza costi aggiuntivi) durante il periodo di trattamento. Gli argomenti trattati vanno dai problemi psicologici e di stress (di come affrontare la perdita della vista), a come migliorare la propria condizione visiva (con ginnastiche ed esercizi specifici), al miglioramento qualitativo della vita (con sport e attività fisica, rilassamento, alimentazione e integratori alimentari).

Report

Dopo la dimissione, il paziente avrà a disposizione un rapporto completo della terapia cui è stato sottoposto corredato da tutti i risultati diagnostici eseguiti con relative spiegazioni e raccomandazioni.

Video sulla terapia

[/vc_column][/vc_row]